Giocatori

GINO

Il panterone ha aderito al nuovo progetto 2011 dopo esserselo tirato per un po’. Allegro e travolgente nel suo eloquio avellinese, tra i pali fa un po’ arrabbiare quando si mostra troppo Generoso… Ma il buon Gino sa sempre farsi perdonare: massima disponibilità, grande attaccamento alla maglia (che usa anche come pigiama nonostante i colori inguardabili), saracinesca quando il numero dei tiri in porta degli avversari inizia a lievitare. Dal 2014/2015 non si sa perchè è stato eletto…Presidente! 107 presenze, 381 gol subiti.

 

NIC

Ruvido terzinaccio vecchia maniera che non importa destro o sinistro, tanto -dice lui- “io calcio la palla ugualmente male con entrambi i piedi”. Dopo il pit stop in falegnameria del 2008-2009 era tornato in campo a tutti gli effetti. Volontà di ferro, ma poi il suo tallone d’Achille gli ha presentato il conto! 3 partite in 3 anni e poi l’anno scorso qualche spezzone. Quest’anno dice che tornerà fisso. C’è da crederci? Bah… Corre la metà di prima, anzi meno, ed anche per questo spesso è riciclato come centrale. Barcollo ma non mollo. 50 presenze, 2 gol.

 

MASSI

Uomo della vecchia guardia che ha sempre seguito le sorti della squadra anche in quei periodi in cui cause di forza maggiore lo hanno tenuto lontano dal campo di gioco. Iniziata la sua carriera come centrocampista centrale o attaccante (tra l’altro con ottimi risultati) negli ultimi anni era stato spesso arretrato a terzino e soprattutto impiegato troppo col contagocce e il suo rendimento ne aveva sofferto. A 40 suonati il “Conte Max” sentiva di poter dare ancora tanto e lo sta dimostrando! Utilizzato anche come punta in emergenza! Jolly. 96 presenze, 9 gol.

 

MATTEO
matteoUomo d’esperienza, ingaggiato a fine 2013 dopo un discreto tira e molla. Prima saltuario, ci ha messo un po’ per convincere la dirigenza, ma poi ha dimostrato sempre di più la sua affidabilità ed ora è un cardine della difesa del Real. Sinistro naturale, si adatta perfettamente come centrale, mal digerisce la fascia mancina anche in amichevole. Quest’anno addirittura 3 gol! Tignoso per gli avversari e burbero per noi… 67 presenze, 6 gol.

 

MANZI

Nel 2014, dopo 2 anni da saltuario, è entrato in squadra in pianta stabile! Ruvido e generosissimo, impiegabile sia in fascia che da difensore centrale. Quando passa la metà campo non si sa dove butti la palla, ma i pochi gol che fa di solito sono belli e pesanti. Famoso ormai per i suoi proverbiali riscaldamenti, intrattiene i fans nel prepartita e firma autografi per conto di tutti. Punto fermo! 72 presenze, 6 gol.

 

MICHI

michele

Il trottolino dopo qualche partita, anzi mese, anzi anno di appannamento pare aver ritrovato entusiasmo e voglia di fare. Quando è in forma ci aiuta a far girar la palla in mezzo al campo e a dar qualche accelerata in fascia. Quando è in formissima vede anche la porta! Se abbiam deciso di acquistarlo dopo averlo visto una volta sola, qualcosa vorrà pur dire… Peccato a volte si addormenti in panchina sfogliando depliant di dubbio gusto. 70 presenze, 18 gol.

 

MIKE

mike ferrianiEra fermo da tempo, ma alla seconda amichevole ha “cominciato a giocare” facendo capire a tutti il suo potenziale. E visti i suoi trascorsi non c’erano dubbi… Terzino, centrocampista, punta…corre, contrasta e tira con grande facilità. Indispensabile. Nella prima stagione saltuario di lusso, con 6 gol nel girone di ritorno ci spiana la strada salvezza e non solo! Dopo un lungo corteggiamento, accetta di diventare fisso, e fa 11 gol giocando quasi mai in attacco. Forza della natura! 20 presenze, 17 gol.

 

MELO

meloIl nuovo cinno del Real ci è piaciuto subito per come contrasta e perchè è ordinato nonostante la giovane età. Geometrie semplici ma efficaci. E’ migliorato tantissimo, tra l’altro raddoppiando i gol stagionali. Ma soprattutto sappiamo che quando c’è da ringhiare non si tira mai indietro. Pensi che ti chiederemo di correre anche per noi? Nooo! Malizioso… 33 presenze, 9 gol.

 

TROFEO

riccardo_trofeo_REAL BOLOGNATorna a sorpresa da Roma e nella pausa invernale anche nel Real dopo un anno e mezzo di assenza. Invecchiato sì, ma anche maturato: meno innamorato del pallone e più al servizio della squadra. Acquisto pesante di gennaio che non ci salva, ma che contribuisce al dignitosissimo girone di ritorno del Real. 20 presenze, 17 gol.

 

BEPPE

Giuseppe Barbaro

E’ la nuova punta del Real, sbaraglia la concorrenza estiva e ci conquista in fretta con la sua voglia e la sua tenacia. Imballatissimo alle prime uscite, si intravedono però presto le sue qualità. Preferisce noi ad una squadra di Platinum e dobbiamo esserne orgogliosi. Bravissimo nella difesa di palla e nelle sponde, travolgente quando va via di prepotenza, se acquisirà più cattiveria sottoporta sarà devastante. Top! All’esordio nel Real.

 

MARCO

marco gavioli

Secondo acquisto estivo, quasi autunnale, visto che firma il contratto a fine settembre dopo aver risolto le pendenze contrattuali col Bella Vita. Ma nelle amichevoli estive avevamo già notato la classe e l’eleganza di questo ragazzone, un tipo di centrocampista che non avevamo. All’occorrenza potrà fare anche la punta. Se si mette un po’ in forma ne vedremo delle belle! All’esordio nel Real.

PAOLO

Il capitano (e vicepresidente) è un attaccante che ha sempre fatto con facilità sia gol che assist. Unisce un’ottima tecnica ad un’invidiabile rapidità e ad una grande generosità, in termini di corsa ma anche di passaggi ai compagni; doti che gli consentono di essere utile anche in mezzo al campo. Questa è stata una delle grandi scommesse della nuova Società, ovviamente vinta! 3 anni fa, nonostante gli acciacchi alla spalla, all’anca e quant’altro è stato commovente: l’unico sempre presente con 20 gettoni! Se Roby Baggio ha fatto cose incredibili fino a 40 anni perchè non le può fare lui? Perchè ha appeso le scarpe al chiodo. E’ Mister. 2 anni fa qualcuno l’ha costretto a scendere in campo e lui per ripicca nella partita decisiva fa 1 gol e 1 assist. Intramontabile. 57 presenze, 20 gol.

 

ANTO

Al posto del piede sinistro ha un fucile che a volte si inceppa, ma quando ha tempo per prendere la mira e premere il grilletto…sono dolori per tutti i portieri e per tutti i pali. Le difese avversarie  sanno che non conviene fare falli al limite dell’area! Dopo una prima stagione 2011-2012 straordinaria, negli ultimi 4 anni influenze interminabili, strappi e casini lavorativi vari ce l’hanno rubato di nuovo per lunghi periodi. L’anno scorso arrivano altre sfighe, ma speriamo risorga di nuovo! Killer!!! 64 presenze, 43 gol.

 

LUCA N.

lucaAitante portierino di sicuro talento ma anche esperienza nonostante la giovane età. Un po’ riluttante all’inizio, anche a causa dei suoi 23 impegni sportivi settimanali, ha accettato di difendere i pali del Real solo in casi di estrema emergenza e se gli avessi offerto la consumazione durante il coffee break del mattino successivo alla partita. Da urlo le partite con Full Monty e Dortmund Boys! Ma oramai sappiamo che sa giocare benissimo anche in difesa e delle 16 presenze 11 non sono da portiere…  Stupefacente. In porta 5 presenze, 15 gol subiti. Fuori: 11 presenze, 3 gol.

 

LUCA L.

luca lombardi

 

TEDDY

matteo argazzi

 

PINO

pinoIl maestro è un ex giocatore di calcio a 5 ed un uomo d’esperienza acquistato durante la sosta invernale 2014/2015 per rimpiazzare subito il partente Francesco. Ci è piaciuto subito per senso tattico, semplicità, calma e facilità nel giocare la palla. Utilizzato anche in difesa, ma qui paradossalmente è stato più incisivo in zona gol (2 pere all’attivo). In effetti si allena solo coi tortelloni e dice che non ce la fa più. Vuole diventare un precario del Real. Invece diventa di ruolo, ma in Calabria. Tornato nella dotta e grassa, ma solo per mangiare, di calcio non se ne parla. Maestro (di video insulsi su Whatsapp). 18 presenze, 2 gol.

 

Annunci