Una rondine non fa primavera. E due???

rondini.jpg

11^g: REAL BOLOGNA-ZEROCINQUANTUNO 5-1 (p.t.1-1) (LUN 27/2 Cavina ore 21)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Andrea, Michi, Max, Nic n.e.
Assenti: Anto
Marcatori: Mike, ZEROCINQUANTUNO, Andrea, Andrea, Matteo, Andrea
..
Ci stiamo lentamente riprendendo? Bah, presto per dirlo. Intanto allontaniamo l’ultimo posto e con questi 3 punti prendiamo anche un altro po’ di morale, che visto come è andata finora l’annata non è male…
Al nostro arrivo al campo (il Cavina, qual è pure che non mi ricordo???) ci accorgiamo che gli avversari sono amici di Manzi. Ciò ci allieta perchè vuol dire che sono scarsi.
In realtà non sono molto più scarsi di noi, visto che dal minuto 5 della ripresa (punteggio 1-1) la traversa di Ginone è ancora lì che trema e noi sembravamo aver già finito ampiamente la broda.
Ci aveva pensato Mike a sbloccarla all’inizio con un poderoso rasoterra mancino dal limite senza un metro di rincorsa (1-0). La nostra incapacità di chiudere il match si evidenzia col passare dei minuti e in panca gli sbadigli pian piano si trasformano in inquietudini. La preoccupazione principale di Michi è invece chi sta giocando nel posticipo serale di A. Lo calmiamo supplicandolo di entrare (riusciamo a convincerlo dicendogli che tanto il tempo sta per finire). Inversamente proporzionale è (per fortuna) la voglia di entrare del Conte, che finalmente rivede il campo dopo il lungo stop e dopo aver fatto in 10 giorni più allenamenti lui che tutta la squadra in 1 anno intero. Doccia gelata quando un tiro dal limite si insacca sul primo palo con Gino che può solo raccoglierla nel sacco. 1-1, intervallo e consapevolezza che avanti così la perdiamo.
Dopo la paura per la traversa di cui sopra, il Real inizia a comprendere che se vuole almeno una dico una speranza di centrare i playout deve 1) scrollarsi di dosso sta paura, 2) sedare Nic, 3) tirare fuori gli zebedei. E cosi fa. Numerosi sono i tiri di Trofeo, Andrea, Melo, Mike (palo clamoroso di destro) che sfiorano il gol di un soffio. La boccia non vuole entrare. Finalmente, dopo qualche libera concessione della retroguardia nero-arancio, ci riesce Andrea con un sinistro sottomisura che ci porta avanti a 10 dal termine. Il Real lì si sblocca ed è lo stesso numero 4 che si autoproclama bomber con altri 2 gol (il 3-1 che affossa definitivamente lo 051 e il 5-1 che precede il fischio finale) e secondo tradizione si porta a casa l’orrendo pallone. In mezzo un gollonzo di Matteo (su tiro credo di Melo) che è stato talmente improbabile che quasi quasi lo assegniamo per sbaglio a MatteoC.
Bravi tutti, ma bisogna continuare a risalire e pazienza se lunedì ci sarà il fortissimo Croce Coperta…
Nic
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...