Ricominciamo a costruire

11 ricominciamo a costruire

11^g:  4D PAVIMENTAZIONI-THE CRIMINALS 7-1 (p.t.2-0) (Merc 14/2 ore 22 Pallavicini)

Convocati: Gino, Manzi, Nic, Michi, Melo, Beppe, Marco, Trofeo, Massi, Teddy.

Out: Matteo (lavoro) e Mike

Marcatori: Marco, Beppe, rig. Massi, Marco, Melo, CRIMINALS, Beppe, Marco

Note: espulso per proteste portiere Criminals al 50°

PALLAVICINI – Allora la regola delle regole è questa: quando si gioca a San Valentino, chi ha la possibilità di trombare può restare a casa, chi non la vedrebbe neanche stasera deve venire a giocare. Detto questo il Real si presenta con 10 uomini nel gelo siberiano della Pallavicini. Gli assenti sono il burbero e Mike. Ma naturalmente per altri motivi.
Il buon Teddy ci aiuta nelle retrovie mentre davanti siamo al gran completo.

Il Real stasera ha l’obbligo di vincere e i grigioblu dall’altra parte sono giovani, sì, ma in 7 contati.
La successione dei gol devo dir la verità, non credo di ricordarla, ma ricordo che il primo l’ha fatto Marco dopo uno stop magico in area avversaria, il raddoppio è di Beppe (anche se il merito è da dividere con Melo che fa una gran cosa). Michi ha la possibilità di portare a 3 il bottino del Real ma da solo davanti al portiere avversario si fa prendere dall’emozione e spara incredibilmente alto. In panca ci piace pensare che abbia tenuto sto gol per altri match.
L’intervallo arriva sul 2-0 e il Real sembra padrone del campo. Ma l’imperativo è chiudere sta partita prima di rischiare di fare qualche vaccata.

A inizio ripresa è ancora Michi ad avere la possibilità di chiuderla, ma di nuovo a tu per tu col portiere avversario, prima lo centra e poi sulla ribattuta spara alto. In panca ci piace pensare che abbia tenuto sto gol per altri match. (cit.)
Il Real ci prova con tiri dalla distanza e mischie ravvicinate. Dalla panca si susseguono i cambi per cercare di mantenere fiato e lucidità mentale fino al 90esimo. Le gambe girano. Loro, se li pressiamo, vanno in difficoltà.
Poi, all’improvviso, il fattaccio: rigore per il Real (Fischio generoso? Forse una spinta? Forse un fallo di mano? Ce ne frega qualcosa?)
Il fatto è che, mentre 13 dei 14 in campo si chiedono cosa stia succedendo, l’unico lucido è il Conte che prende la palla e la mette sul dischetto. In panca si sperticano lodi sul suo coraggio e sul peso della fascia che porta al braccio. I compagni lo guardano tutti in adorazione. Tutti tranne uno, almeno.
A parte un tic all’occhio che prima non avevo mai notato e una leggera schiumina che gli esce dall’angolo della bocca, si vede che Ricky è proprio contento per il Conte. Comincia anche a mordicchiarsi il paraorecchie, è vero, ma secondo me lo fa solo per la ingannare la tensione della partita.
Il Conte non fallisce: angolino alla destra del portiere e 3-0.
Poi segniamo ancora con Marco, con Melo, con Beppe e ancora con Marco direi.
Naturalmente riusciamo anche a prendere il solito gollonzo, ma stasera fa meno male del solito.
A due minuti dalla fine il loro portiere decide di vivacizzare il finale e sul 7-1 e lancia la palla contro l’arbitro, reo di averci assegnato un calcio d’angolo da 25 metri di distanza. Giallo e poi rosso per proteste, viene portato fuori e sedato dai compagni. L’ipotermia comincia a fare brutti scherzi.

Vabbè dai, tutto è bene quel che finisce bene. Contava vincere e abbiamo vinto.

Ah, dimenticavo, Ricky prima di allontanarsi dal campo, vista la serata speciale, ha voluto comunque lasciare un messaggio d’amore per il Conte.
“Complimenti per il rigore” gli ha scritto.
Con una chiave.
Sulla fiancata della macchina.

Paolo

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Una squadra buona…

10 una squadra buona

10^g: I BAGAGLI-4D PAVIMENTAZIONI 7-5 (p.t.2-3) (Merc 7/2 ore 21 Pallavicini)

Convocati: Luca, Manzi, Matteo, Massi, Melo, Trofeo, Beppe, Marco, Nic

Out: Gino, Michi (ferie) e Mike (family)

Marcatori: BAG, Melo, Beppe, BAG, Trofeo, BAG, Marco, Trofeo, 4BAG

Note: espulso un bagaglio, diversi ammoniti noi e loro

PALLAVICINI – Fino a una settimana fa sembravamo una buona squadra, ora sembriamo una squadra buona. Che è molto ma molto peggio.

Altra sconfitta con una diretta concorrente per la promozione, che fa il paio con quella della settimana scorsa e diventano quindi 4 le scoppole, tutte contro le attuali prime 3 della classe. Non può essere un caso.

O forse sì, un caso umano. Dopo un discreto primo tempo, un inizio di ripresa con alti e bassi, nel finale il Real scompare completamente dal campo meritando a quel punto la sconfitta contro una squadra sui cui difetti possiamo star qui a parlare per ore, ma sicuramente molto più determinata di noi.

Alla vigilia i proclami “dai che dobbiamo prenderci il terzo posto”, “partiamo concentrati” ecc. Pronti via, tiro dal limite e 1-0 per loro. Bella combinazione Beppe-Melo, gran sinistro in corsa e 1-1. Poi è lo stesso Beppe a liberare il sinistro dal limite e andiamo avanti (1-2). Per poco, visto che dormiamo di nuovo e la palla si arrampica su Luca che entra in porta anche lui (2-2). E’ appena iniziata la bagarre dei bagagli, ci pensa Trofeo a spegnere i loro entusiasmi con un tiro da fuori che buca la rete (2-3). Loro continuano a rompere i coglioni e oltre agli 8 in panchina, hanno i tifosi a bordo campo e nelle auto che passano per strada. Noi pensiamo a giocare e teniamo il vantaggio fino all’intervallo.

Ad inizio ripresa varco lasciato aperto dal Conte sulla destra, fucilata dal limite e 3-3. Ma noi siamo più forti (per ora) e li ricacciamo indietro prima con Marco (tacco sottoporta su assist dal fondo di Trofeo) e poi con Trofeo (destro dal limite nell’angolino). 5-3! Siamo quasi a metà ripresa e una squadra con la S maiuscola gestirebbe, non il risultato che è impossibile perché in un campo così piccolo può succedere di tutto, ma la partita e i nervi quelli sì. Invece reagiamo male alle loro foga agonistica e alle loro sceneggiate, perdendo la concentrazione e risultando sia incapaci di coprire gli spazi che di ripartire. Altra prateria aperta sulla destra, loro da fuori ci segnano un gol assurdo all’incrocio che li rianima più di un defibrillatore (a proposito, visto che giocavano in casa, avevano l’addetto? Sti qua avran preso una scossa collettiva prima del match) e deprime noi, che anziché continuare a menare i bagagli come si meriterebbero, ce la prendiamo con loro e con l’arbitro che non fischia abbastanza e non troviamo più le giuste distanze tra i reparti facendo gran confusione. Inizia così un match che non ci trova affatto pronti e quando trovano il pari la nostra partita finisce e per inerzia arriva anche il loro vantaggio (6-5). Per la gioia del gol uno dei loro manda a fanculo l’arbitro che lo espelle, ma anche in inferiorità numerica riescono a vincere perché Matteo fallisce di un soffio il pari con colpo di testa sottoporta, perché in precedenza l’unico nostro tiro pericoloso (di Trofeo da metà campo) aveva beccato il palo interno e perché in contropiede ci fanno addirittura il settimo mentre siamo tutti avanti.

Esame di coscienza -> Capire dove abbiamo sbagliato -> Ripartire pensando che saranno 8 finali -> Quando affronteremo partire di questo genere guardarci allo specchio e cercare di non vedere dei conigli.

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Stavolta gli annebbiati siamo noi

9 mente annebbiata

9^g: PRINGOALS-4D PAVIMENTAZIONI 2-1 (p.t.2-0) (Lun 29/1 ore 22 Zoni)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Marco, Massi, Nico

Out: Michi e Beppe (febbre), Nic (riposo)

Marcatori: PRINGOALS, PRINGOALS, Matteo

ZONI – Il match clou dell’ultima giornata del girone di andata va in scena allo Zoni. Nel nebbione di fine Gennaio si affrontano 4D e Pringoals.

Non mi piace scrivere le cronache quando perdiamo, quindi cerchiamo di fare in modo che non succeda più eh.

Ma torniamo al racconto: l’atmosfera pre-match è all’insegna del buonumore. Nonostante l’importanza della partita, la concentrazione è a livelli bassissimi. Tutta colpa di Nico, naturalmente, che pur di giocare abbandona una conferenza in cui era l’unico relatore.

Le statistiche degli avversari di stasera dicono che hanno una difesa impenetrabile ma segnano poco, quindi l’importante sarebbe non subirne troppi.

Dopo 10 minuti siamo sotto 2-0. Ecco. Vabbè. Fanculo.

Il primo gol lo prendiamo su una respinta corta di Ginone che arriva proprio sui piedi di uno di loro.

Il raddoppio arriva al termine di un’azione personale di un biancoazzurro che sulla destra salta tutta la difesa del Real e poi con un rasoterra trafigge il panterone.

Il Real fa fatica a pungere con il suo 3-2-1 e nelle poche occasioni che gli altri ci concedono la mira è da dimenticare. I loro 3 difensori non superano mai la linea di centrocampo, ma si vede che questi sanno giocare. Sono molto organizzati, pressano, non ci lasciano respirare.

Nel secondo tempo proviamo a passare al 2-3-1 alternando Ricky, Marco e Nico come punta e retrocedendo anche Melo sulla linea dei difensori.

Una girata di Nico esce di poco a lato, sulla destra del portiere. Un’altra punizione dal limite la buttiamo alle ortiche.

Solo all’ultimo giro di lancetta troviamo il gol del 2-1 con un tocco sotto misura del burbero che insacca su un calcio d’angolo.

Insomma, una brutta sconfitta in una partita fondamentale.

Per fortuna che almeno Marco ci ha regalato un sorriso con un audio messaggio.

#forzaReal4D

Paolo

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Cooperativa del gol

rec3 cooperativa del gol

rec. 3^g: SPAKKATI-4D PAVIMENTAZIONI 1-5 (p.t.1-3) (Lun 22/1 ore 22 Castelmagg C)

Convocati: Gino, Michi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Marco, Beppe, Massi, Nic

Out: Manzi (turno di riposo)

Marcatori: Trofeo, SPAKKATI, Beppe, Melo, Michi, Marco

CASTELMAGGIORE – Difficile ricordare un Real così sul pezzo al rientro delle vacanze natalizie. Tutti tonici e anche tutti presenti, incredibile! Le sirene del resuscitato Nico non smuovono ovviamente le idee di mister e presidente e al bomberino tocca aspettare ai box per stavolta. Anzi, scatta la regola del riposo forzato per i fissi e tocca a Manzi-uno-di-noi, finora sempre presente, ad accomodarsi in panca con una birra che esalta ancora di più le divergenze di tattica tra lui e Paolo.

Forti delle convinzioni maturate col 2-3-1 nelle due amichevoli della sosta (vinte anche quelle, ma non è che stiamo esagerando?), ricomincia il campionato ed eccoci puntuali col 3-2-1. Avendo chiesto di giocare a Castelmaggiore solo sul campo A, ecco che ci ritroviamo sul campo C, praticamente un quadrato e per giunta buio, perché quando alle 22 finisce la partita di Golden si spengono le luci del campo vicino e non vediamo più una mazza. Blitz minaccioso alla guardiola “Non è colpa mia se ogni tanto si spegne…” e come per miracolo si riaccende una luce. Per il burbero, oggi in versione brontolo, ciò non è sufficiente per distinguere le nostre maglie dalle loro verdi fosforescenti, ma quando lo facciamo notare l’arbitro ci ride praticamente in faccia.

Non facciamo una piega, tantomeno Trofeo, che alla prima boccia buona la scaraventa alle spalle del portiere con un bell’esterno destro (0-1). Giriamo palla (roba da non credere) e andiamo spesso al tiro, ma senza trovare il raddoppio. E come spesso succede in questi casi arriva l’inaspettato pareggio: bel colpo di testa su punizione, un tiro a voragine che risucchia Ginone dentro la porta e si insacca all’incrocio (1-1). Ricominciamo a macinare e arrivano i gol di Beppe (non particolarmente stanco dalla partita di Platinum) e Melo (di sinistro in corsa su assist in scivolata di Trofeo, gran roba) per il 3-1 che ci porta all’intervallo.

Visti i 28 gol segnati dagli Spakkati nelle ultime 3 partite, ci ripromettiamo che non è il caso di abbassare la guardia. Quando però Marco dribbla la difesa e centra il palo, consentendo a Michi un comodo tap-in (da 1 metro la moviola dirà che sono 3 tocchi, 2 di destro e uno di sinistro), diventano 4 i gol stagionali del trottolino (!) e sul 4-1 qualche segnale di stanchezza/deconcentrazione comincia ad apparire. E’ qui che il Panterone sale in cattedra con un paio di interventi salva risultato. Qualche dirigente in panchina ritiene il Real troppo forte per disunirsi in questa partita e il mister ruota davvero al meglio le carte (10 oggi) del mazzo e ripristina un po’ di ordine in campo, quel che basta per portare in porto la vittoria, rischiando poco e giocando ancora la palla come se fossimo 0-0. Nel finale arriva il meritatissimo premio per Marco: tocco rasoterra su assist di non mi ricordo chi e gol del 5-1 finale.

Davvero bella prova di squadra, 5 gol con 5 marcatori diversi, Real attento in fase difensiva e propositivo in attacco. Ognuno ha fatto il suo alla grande, quindi complimenti! Avanti così e rimaniamo sul pezzo che lunedì ci sono i Pringoals, secondi in classifica.

Nic

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il terzo posto sotto l’albero

8 terzo posto sotto l'albero

8^g: DIAMOND DOGS-4D PAVIMENTAZIONI 2-4 (p.t.0-2) (Giov 21/12 ore 22 Pallavicini)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Massi, Melo, Trofeo, Beppe, Marco, Teddy, Nic

Out: Michi (ferie), Mike (polpaccio)

Marcatori: Marco, Trofeo, Trofeo, Beppe, DOGS, DOGS

PALLAVICINI – Altra vittoria del Real e questa vale il terzo posto, a 6 punti dai Guadici in vetta ma con una partita giocata in meno.

Vigilia tormentata: Mike si fa male al solito polpaccio, Marco annuncia ritardo, Max arriva con uno specchietto in meno. La buona notizia è che Trofeo rimanda le ferie e si guadagnerà un’altra statuetta CSI. Con il già convocato Teddy siamo 10 e vista l’assenza di Paolo (crac ginocchio mentre “facevo un calcetto con gli amici dopo 2 anni”) tocca a Nic mettersi la giacca a vento e tornare mister.

Iniziamo concentrati, siamo superiori ma concretizziamo poco, anche perché non riusciamo a sfruttare gli spazi (pochi) del Pallavicini. A metà tempo siamo ancora 0-0 nonostante un generosissimo Beppe là davanti a far sportellate. L’ingresso di Marco, che parte punta, dà ulteriore vivacità: apertura di Melo per il nostro 10 che sottomisura da posizione angolata fa secco il portiere con un gran diagonale. Poco dopo numero di Marco sulla riga di fondo, tocco all’indietro per Trofeo che con una rasoiata a fil di palo ci porta sul 2-0. Fine primo tempo, vantaggio meritato e discreto Real. Attentissimi dietro con Max e Manzi e propositivi con Teddy, fantasiosi quel che basta davanti, con un Melo che corre ovunque, per lui e per gli altri.

Nella ripresa andiamo ancora meglio perché dopo qualche fase di studio (di cosa poi?) i Diamond Dogs iniziano a rischiare qualcosa. Molto male, perché con 2 contropiedi in 1 minuto li trafiggiamo 2 volte (Beppe e Trofeo) portandoci sul 4-0.

Come spesso succede ci assopiamo e poco alla volta iniziamo a russare, tanto da svegliare il can che dorme… 4-1 e poi col benestare della difesa tutta pure il 4-2. Loro la mettono sulla rissa (vabbè rissa non proprio, ma è per fare un po’ di scena), ma noi reagiamo con le forze che ci rimangono. Nel frattempo il mister si era tolto la giacca ed era entrato per cercare di contenere l’assedio con un paio di urli urticanti. Divertente siparietto col burbero che colpisce Nic mentre rincorre un avversario 2 volte nella stessa azione con un pallone che non è quello di gioco. Poco dopo testata tra Matteo e la loro pertica, col nostro n.20 che rimedia un bernoccolo gigante e deve uscire a ghiacciarsi. Negli ultimi 5 minuti la partita è una bagarre con azioni confusissime da ambo le parti, ma il fortino regge e finisce coi cani che tornano a cuccia.

Bravissimi tutti. Spesso riusciamo a sopperire alle assenze (stavolta Michi, Mike e volendo anche Nico…) per la rosa ampia e per la bravura dei saltuari. Oggi abbiamo reso facile una partita che facile non era, complicandocela un po’ alla fine, ma evidentemente a noi piace così. E finchè si vince va bene anche così.

Stavolta la nebbia non c’era, era solo nel cellulare di Nic per il video vittoria nello spogliatoio. Per fortuna lo spumante offerto dal Generoso Presidente era ottimo e andava giù alla grande.

Buone Feste a tutti, adesso “è ora di taffiare in Santa pace” (cit. anonimo).

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

3 punti nella nebbia

IMG_20171215_123234

7^g: 4D PAVIMENTAZIONI-GLI SHURTATI 7-6 (Giov 14/12 ore 22 Zoni)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Michi, Trofeo, Marco, Nico, Massi

Out: Beppe, Nic, Mike, Melo

Marcatori: 4 Nico, 2 Marco, Trofeo, 6 SHURTATI (ordine a vs.piacimento)

Tredici gol nella sfida serale tra il Real4D e gli Shurtati.

L’ha spuntata il Real al termine di una partita rocambolesca e incredibile, dentro una nebbia che ci ha accompagnato fin dal riscaldamento.

Andiamo con ordine.
Agli annunciati forfait di Nic, Beppe e Mike, si aggiungono nelle ultime ore quelli di Melo e Teddy (chiamato troppo tardi), per cui ci presentiamo in 7 fissi + Nico.
Nel riscaldamento siamo schierati così: Gino si rompe i maroni dopo 3 minuti e gliela da su (“son già stanco, neanche con mister Bellei mi scaldavo così tanto!”; Manzi si intrattiene a parlare di tattica col Mister come due umarells al bar la domenica mattina; il Burbero fa una corsetta fino ad Anzola; Michi e Marco si cercano, c’è sintonia, gioco di sguardi, “come stai?” “dove lavori?” “ci vediamo a pranzo” “ti aspetto” “metti giù prima tu” “no dai prima tu” e alla fine si fidanzano. Ricky ride e scherza talmente tanto che finisce la scorta di sorrisi prima della partita, una volta in campo s’incazzerà anche col guardialinee. Nico già sente la peperonata riproporsi “Forse non ho fatto bene a mangiare 20 minuti fa, eh!?”. Per fortuna però che c’è il Conte che ci fa fare bella figura scaldandosi e stretchandosi come se non ci fosse un domani.

Al pronti via, cambiamo la maglietta perché gialli contro verdini fosforescenti non si può proprio vedere. Quindi torniamo tutti al bianco blu tranne Ricky che si accontenta del kway di Ginone di 3 misure più grande.
E qui comincia la partita, la giravolta di gol e di emozioni di cui ricordo il giusto.
Nei primi 2 minuti andiamo avanti 2-0 con Nico e Marco, e quindi ci rilassiamo e ci accendiamo una paglia atteggiandoci da fighi.
Loro capiscono che siamo dei cretini e in 5 minuti ribaltano il risultato. 2-3.
È ancora Marco (credo) che ristabilisce il pareggio da distanza ravvicinata. 3-3.
Poi andiamo avanti con Ricky, complice un’indecisione del portiere degli Shurtati. 4-3.
E un minuto dopo loro pareggiano 4-4
Poi 5-4 per noi, e un minuto dopo loro pareggiano 5-5.
Poi 6-5 per noi, e un minuto dopo loro pareggiano 6-6.
Poi 7-6 per noi e basta.

Vabbè, descritta così non rende granché, ma effettivamente a parte i duemila gol non è che ricordo molto altro.
Ricordo Gino che a 1′ dalla fine ci mette la faccia per parare un tiro ravvicinato e il Burbero che nel recupero con una scivolata alla Cannavaro blinda il risultato finale. Ricordo loro che dal centrocampo in su non sono niente male, bei fraseggi e tanta corsa.
Poi ricordo un Miki a tutto campo e un golasso di Nico con un sinistro di prima intenzione sotto al sette. Ricordo la nostra fase difensiva, ma cerco di dimenticare. Ricordo un tiro di sinistro di prima intenzione del Conte, finito alto. E ricordo la nostra fase difensiva, ma cerco di dimenticare. Ricordo ottime triangolazioni tra Nico, Marco e Ricky. E ricordo la nostra fase difensiva, ma cerco di dimenticare.
3 punti d’oro, un video nello spogliatoio e per stasera bene così.

Adesso pensiamo solo a farci un bel regalo di natale la settimana prossima, magari cercando di recuperare qualche assente.

#forzareal4d

Paolo

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Gli scongiuri non bastano

6 gli scongiuri non bastano

6^g: 4D PAVIMENTAZIONI-N’GUADICI FC 1-3 (p.t.1-0) (Merc 6/12 ore 22 Pallavicini)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Beppe, Nic, Michi, Marco

Out: Massi (riposo)

Marcatori: Melo, 3 N’GUADICI

PALLAVICINI – Non ho molta voglia di fare la cronaca di sta partita perchè ancora mi girano i maroni. Abbiamo perso 3-1 contro la prima della classe. Ragazzi del ’96, quel lontano ’96 quando la maggior parte di noi era già maggiorenne, qualcuno già da un bel po’ per giunta.

Il campo è quello della Pallavicini. Noi siamo tutti presenti tranne il capitano che per motivi lavorativi ha deciso di rimanere a guardarla dalla tv.

Pronti via e andiamo in gol. E’ il redivivo Melo che la mette di precisione sul secondo palo dopo una bella combinazione tra Beppe e Ricky.

La partita è frenetica. Complice il campo piccolo e scivoloso, le occasioni fioccano come nespole (cit. Biscardone).

E se è vero che loro prendono il palo su un rimpallo fortunoso e che Gino salva il risultato in un paio di occasioni, è altrettanto vero che noi sbagliamo il gol del 2-0 in almeno 3 occasioni.

L’arbitro fischia tutto, ogni minimo contatto, ma sempre con qualche secondo di ridardo.

Loro sono simpatici come le televendite di Mastrota, ma corrono come levrieri.

Il primo tempo finisce 1-0 per noi, ma sappiamo che il secondo tempo sarà lungo più o meno il doppio.

La seconda frazione di gara si apre come si era chiusa la prima. Gino chiude la porta e davanti sprechiamo troppo.

Il pareggio purtroppo è nell’aria e arriva puntuale come la scadenza della Tari.

Mike scivola a centrocampo e loro ne approfittano: tiro da lontano e Gino è battuto. 1-1 e loro esultano come per una finale di champions.

Noi avremmo l’occasione di tornare avanti subito, ma sbagliamo la duecentosessasettesima conclusione a rete (il loro portiere o è un fenomeno o deve comprare dei gratta e vinci che è il suo momento).

E sul capovolgimento di fronte c’è un flipper nella nostra area e la palla arriva all’unico dei loro libero a 1 metro dalla porta. 1-2.

In panchina volano Madonne.

Hanno l’occasione di chiuderla su rigore (c’era dai…) ma Gino stasera è in formissima e ribatte la conclusione alla Garella.

Poi è il turno di Beppe che viene abbattuto dentro l’area, ma l’arbitro incredibilmente lascia proseguire.

Sbagliamo altri gol e il loro portiere si supera in un paio di occasioni.

E poi la chiudono 1-3 proprio mentre noi cerchiamo in tutti i modi il pareggio.

Vabbè, è andata così. Abbiamo dimostrato che ce la possiamo giocare tranqullamente anche contro i primi.

Poteva finire in modo diverso, ok.

Ma il campionato è ancora lunghissimo e bisogna già pensare alla prossima settimana.

#forzareal4d

Paolo

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Clamoroso allo Zoni!

5 clamoroso allo Zoni!

5^g: ASD EYJAFJALLAJOKULL-4D PAVIMENTAZIONI 1-7 (p.t.1-4) (Lun 27/11 ore 21 Zoni)

Convocati: Luca, Manzi, Matteo, Michi, Marco, Trofeo, Massi, Nic, Nico

Out: Beppe (impegni sportivi, 1 ora), Mike (impegni familiari, 3 ore), Melo (caviglia, 1 settimana), Gino (boh)

Marcatori: Michi, Trofeo, Nico, Nico, EYJA, Michi, Trofeo, Michi

ZONI – “Cumpà sto tornando, vedi che mi tesseri”… Parole incomprensibili per qualunque Google traduttore, ma attese da un tempo che pareva infinito e che arrivano solo venerdì scorso, tra l’altro alla vigilia di una partita che dovevamo vincere ma non sapevamo come, viste le concomitanti assenze di Gino, Beppe, Melo e all’ultimo perfino Mike. Se al posto del panterone c’è l’ottimo e sempre pronto Luca, al posto degli altri 3 non c’è nessuno, perché anche il generoso Teddy stavolta è out.

In teoria saremmo 8 e immaginate che, portiere a parte, il più giovane in campo è Michi, che da quando gioca con noi compie gli anni 2 alla volta. Ma quello del trottolino che sfoglia depliant sulla panca del Real è ormai solo un vecchio ricordo. Quando mister Paolo annuncia “oggi abbiamo un nuovo saltuario…” e Nico varca la porta dello spogliatoio, Michi esulta come se avesse segnato una tripletta, quella che in effetti segnerà e che si accompagna alla doppietta del nostro ex n°10 e a quella di Trofeo, che però ormai per lui non è più una novità (terza consecutiva, mentre 2 sono le statuette di fila di miglior in campo CSI).

4D carico a mille e poco importa se siamo già stanchi per la mezz’ora abbondante di riscaldamento causata dal solito ritardo della partita precedente.

Pronti via, assist di Ricky per l’arrembante Michi che di sinistro in corsa fa 1-0. Gli islandesi lottano e vogliono metterci in difficoltà, ma Trofeo sulla destra dribbla l’avversario diretto e buca ancora la porta (2-0). Scippo di Nic ad un difensore che ha la verve di un ultracentenario, palla che finisce a Nico che si invola in porta e segna. Baci e abbracci a cani e porci per un gol che mancava da un anno e mezzo e gratificazione della dirigenza per il tesseramento a tempo di record che vale il 3-0. Poco dopo cross dalla sinistra (Marco?), testa di Nico nell’angolino e sono 4! Apoteosi.

Sti qua non sono certo fenomeni, ma la volta scorsa in qualche modo han vinto e bisogna stare in orecchio. Appena abbassiamo un attimo la tensione arriva il loro gol: fucilata da fuori area di sinistro, Luca fa quasi il miracolo ma è davvero imparabile. 4-1 e intervallo.

I vulcanici non si arrendono e cercano di metterla sul nervosismo, Bartoli da Castel San Pietro Terme dormicchia un po’ su alcune situazioni, ma noi rispondiamo con ulteriore aggressività e per loro c’è poco da fare. Ottimi gli scambi Marco-Michi-Nico-Trofeo-Massi che portano ad un’infinità di occasioni, mentre dietro reggiamo, grazie anche ad un attentissimo Luca, che per fortuna si dimentica che sta giocando il Benevento.

Sponda di Nico per Michi, gran tiro da fuori e 5-1. Poi c’è gloria per Trofeo e infine ancora per il trottolino, che, come detto, fa tripletta e si porta a casa il pallone. Loro ormai sono scoppiati. Noi potevamo addirittura farne altri (Nico sbaglia da un metro e alla fine dice che ha giocato per la squadra, ma quale??), ma va bene così.

Bravi tutti dal primo all’ultimo perché abbiamo fatto sembrare facile una partita che all’inizio non lo era affatto, anche perché gli assenti (che speriamo di recuperare per il big match della settimana prossima) erano tanti e il pericolo di inciampare è sempre dietro l’angolo.

Visto il buon umore, stasera perfino le docce dello Zoni parevano calde…

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sulla buona strada

3 sulla buona strada

4^g: 4D PAVIMENTAZIONI-BAR TIPO FOOTBALL DRUNKS 4-3 (p.t.3-1) (Merc 22/11 ore 21 Zoni)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Nic, Michi, Trofeo, Beppe, Massi, Mike, Marco

Out: Melo (caviglia, 1 settimana)

Marcatori: Trofeo, Beppe, BAR TIPO, Massi, BAR TIPO, Trofeo, BAR TIPO

ZONI – Dopo la pausa forzata per le ampie nevicate che ci hanno proibito di affrontare gli Spakkati, il Real 4D si ritrova di fronte i baldi ragazzoni del Bar Tipo Football eccetera eccetera.
Il campo è quello buio in fondo a via Zoni, ma le nuove divise gialle si vedono a meraviglia. Arbitra l’incontro un signore, che nonostante sia nato nel lontano 1948, pare molto più lucido e pimpante di qualcuno dei nostri. Arbitrerà con qualche sbavatura, sì, ma rimanendo sempre uno dei migliori nel suo ruolo.
Al fischio d’inizio il Real schiera Gino tra i pali, linea difensiva a 3 composta da Manzi, Teo e Nic, Michi e Trofeo in mezzo, e bomber Beppe là davanti, mentre Mike, Marco e Max vanno a scaldarsi a bordo campo.
Pronti via e la partita è di una noia mortale. Ritmi lenti. Gli avversari trotterellano e noi dopo un po’ ci adeguiamo. Fino al quarto d’ora non succede nulla.
Mentre il Mister cerca alternative per dare una scossa, i 7 in campo per paura di essere sostituiti improvvisamente si svegliano.
Prima è Ricky che trafigge il portiere avversario con un preciso tiro da distanza ravvicinata, poi è il bomber che si scrolla di dosso a uno a uno tutta la difesa avversaria e ci porta sul 2-0.
Il Real sembra padrone del campo. Abbiamo altre occasioni che non riusciamo a sfruttare e per la più classica legge del calcio, subiamo il gol del 2-1. Tiro di uno dei loro, ribattuta, altro tiro, flipper e la palla arriva proprio a uno del Bar sul dischetto. Gino non può nulla e partita riaperta. Peccato.
Per qualche minuto il Real sbanda ma pochi minuti prima della fine del primo tempo il Conte, senza farsi troppo pregare, riporta la partita sui binari giusti (tocco sotto misura dopo punizione di Mike). Il Capitano sta vivendo una seconda giovinezza. Chapeau!
Musichina dell’intervallo ma non c’è tempo di riposarsi.
Sappiamo che loro sono giovani, che corrono come assassini e soprattutto che vogliono recuperare il risultato. E sopratutto sappiamo che noi caliamo alla distanza. Il secondo tempo in effetti inizia in sofferenza.
Loro accorciano con un altro gol fotocopia del primo (tiro sbagliato dalla fascia che diventa assist per uno che passava di lì per caso). 3-2.
Noi non riusciamo a far partire la manovra, siamo troppo lenti in mezzo al campo dove la loro tenuta atletica sovrasta le nostre bombole d’ossigeno. Ed è solo grazie a un grandissimo Ginone se conserviamo il vantaggio.
Proviamo ad accelerare la frequenza dei cambi per mantenere quanto possibile le forze e Ricky dalla destra spara con cattiveria un missile verso la porta che il loro portiere può solo toccare. 4-2 Real.
Poco dopo il Bar Tipo accorcia di nuovo a seguito di una mischia. Discreta sofferenza nel finale, ma teniamo botta e il fischio finale certifica 3 punti importantissimi.
Bravi tutti e avanti così!
Paolo

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il Real esce dalla nebbia

2 il Real esce dalla nebbia

2^g: THE CRIMINALS-4D PAVIMENTAZIONI 1-4 (p.t.1-1) (Giov 9/11 ore 21 Pallavicini)

Convocati: Gino, Manzi, Nic, Mike, Melo, Trofeo, Beppe, Massi, Michi, Matteo.

Out: Marco (stiramento, 2 settimane)

Marcatori: CRIM, Manzi, Trofeo, Trofeo, Beppe

PALLAVICINI – Si sblocca finalmente il Real al termine di una partita che nascondeva molte insidie. Non sono tanto i 10 gol segnati alla prima di campionato dai Criminals che ci spaventano, quanto la strada per trovare lo spogliatoio e poi la porta d’entrata del terreno di gioco del Pallavicini e soprattutto i proclami di Ginone “al titolo al titolo” sbandierati con grande leggerezza in settimana.

La stessa leggerezza con cui incassiamo il gol dell’1-0 dopo 5 minuti: tiro apparentemente innocuo dal limite dell’area in posizione molto defilata, palla sotto la suola della zampa protesa del panterone e sorci verdi. Manzi riequilibrapresto il match colpendo di testa in rete una rimessa laterale di Mike(!). 1-1 e palla al centro. Campo piccolo, palla che rasoterra non corre, pochi spazi, molte idee ma confuse.

All’intervallo abbiamo già capito che i Criminals sono abbastanza innocenti, ma non siamo ancora riusciti a punirli.

Col passare dei minuti crescono le occasioni mancate d’un soffio e cresce il nostro imbarazzo perché non riusciamo a buttarla dentro contro una squadra giovane sì, ma forte proprio no. Beppe è un portento, si procura una quarantina di occasioni, ma altrettanti sono i gradi della sua febbre e per un motivo o per l’altro non riesce mai a dare la spallata decisiva. Mister Paolo sfoglia il mazzo dei suoi uomini, ma non trova jolly.

Al calare della nebbia Nic, che già da un po’ aveva lasciato il posto a Matteo, inizia a consultare l’almanacco delle statistiche meteo e a snocciolare dati storici originali quanto inutili. Il video che ritrae l’esecuzione di Trofeo dal limite (n-esimo fallo su Beppe) sbugiarda i gufi, ma soprattutto certifica che il 4D è finalmente in vantaggio (1-2). Come forse era prevedibile, a quel punto i gialli si sbloccano mentre i blu si deprimono. Così in contropiede puniamo ancora con Trofeo e poi con Beppe, che corona una prestazione sfortunata ma generosissima col gol di sinistro al volo su perfetto assist di Melo (1-4). Eloquente l’abbraccio gaio da parte di tutti i boys.

Fischio finale. Real sulla buona strada? Presto per dirlo, ma le basi ci sono. Complimenti a tutti, tranne agli spogliatoi del Pallavicini, che oltre ad essere raggiungibili solo col navigatore, hanno pure le docce fredde come lo Zoni.

Nic

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Falsa partenza

1 falsa partenza

1^g. 4D PAVIMENTAZIONI-I BAGAGLI 0-1 (p.t.0-0) (Merc 25/10 ore 21 Cavina)

Convocati: Luca, Manzi, Nic, Michi, Melo, Trofeo, Beppe, Massi, Teddy.

Out: Gino (impegni familiari), Marco (no certificato), Mike (testa), Matteo e ahimè il mister (impegni sportivi…)

CAVINA – Non inizia nel migliore dei modi l’avventura Iron per il Real targato 4D Pavimentazioni. Colpa dello sponsor che non compare sulle maglie (gli altri le hanno simili e dobbiamo rimettere le bianco-blu)? O dell’interminabile riscaldamento/raffreddamento dovuto alla partita precedente (grave infortunio ad un giocatore con ambulanza in campo e ritardo di quasi 1 ora)? O delle assenze di 4 degli 11 fissi (Gino, Matteo, Marco, Mike, per i motivi più disparati) e come se non bastasse anche di Mister Paolo (che preferisce una sconfitta casalinga per 2-1 in un campo grande rispetto ad una per 1-0 in un campo piccolo)?

Nel secondo riscaldamento per fugare la crescente malinconia Manzi perde l’ennesimo pallone blindandolo in un albero del giardino antistante.

Il campo è quello che abbiamo quasi adottato, ma il copione del match non è quello sperato: i Bagagli non sono tali nel vero senso della parola e all’inizio ci mettono un po’ alle corde, ma dopo un palo al secondo giro d’orologio cominciamo pian piano a prendere le misure. La nostra manovra è imbrigliata dai loro difensori e dal loro pressing alto, loro premono ma non sfondano, anche perché Luca è sempre attentissimo tra i pali e nel ruolo di coordinatore della propria area. La partita è molto tattica. E bella quanto le ciabatte che indossa Michi nelle amichevoli estive.

Melo fa a sportellate a metà campo e Beppe fa uguale davanti. Trofeo tenta qualche serpentina e cerca la meta in un paio di calci piazzati da lontano. Se il vecchietto del Cavina non si addormenta è solo per qualche stecca qua e là sugli stinchi e sui garretti che rompe un po’ la monotonia.

Nic -improbo il suo compito di pensare ai cambi e contemporaneamente cercare di reggersi in piedi- cerca di vivacizzare 1) se stesso con qualche urlo e 2) la partita facendo entrare Teddy e Max sulle fasce, ma nonostante il brio della loro giovane e meno giovane età il risultato non cambia fino all’intervallo.

E neanche dopo, ma col passare dei minuti i Bagagli aumentano la loro pericolosità offensiva, anche grazie ad un ritmo che noi sembriamo far fatica a tenere (o forse sembra solo a me, chissà). Nonostante  ciò i tiri in porta bene o male si equivalgono e la partita sembra indirizzata ad un improbabile 0-0.

Al minuto 46 però accade il fattaccio. Non mi ricordo neanche chi, come e perché, ma perdiamo palla in attacco sulla destra. Siamo scoperti e scatta un contropiede fulmineo tipo 3 contro 1, tiro ravvicinato e palla nel sacco nonostante il tentativo di miracolo dell’ottimo Luca.

Reazione d’orgoglio del Real, anzi del 4D: l’occasione del pari capita al Conte Max che si erge protagonista di una carambola/catapulta (credo, io non ho visto un tubo) che in qualche modo l’ottimo portiere dei Bagagli riesce a parare. Fischio finale. Un solo errore madornale ci è costato carissimo. Ci sarà utile la punizione???

Laconico il commento del Presidente dal divano di casa sua “Mporta ‘na sega. Quest’anno si punta ai playoff”. E così sia.

Nic

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

No, we can’t

18_non finisce qui

18^g: REAL BOLOGNA-GUNNERS 2-4 (p.t.2-1) (LUN 24/4 Cavina ore 21)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Nic, Melo, Mike, Andrea, Max, Giorgio
Assenti: Trofeo e Michi (ferie), Anto
Marcatori: GUNNERS, Mike, Max, 3 GUNNERS
..

Niente miracoli. 3 punti nel girone d’andata erano oggettivamente pochi per sperare di salvarsi. Troppe assenze nelle 3-4 partite decisive e quest’anno ci dobbiamo arrendere ai numeri.

Nel match di Lunedì 24 aprile (ancora complimenti per la scelta del giorno…), che ci avrebbe salvato il culo (playout) in caso di vittoria, troppe cose sono andate storte:

1) non ci hanno spostato la partita nonostante la richiesta avanzata 2 mesi fa;

2) oltre alle assenze largamente preannunciate di Trofeo e Michi, oltre ai disperati tentativi a vuoto per Matteopunta e Luke, il presunto salvatore Taoufiq tira il pacco a 20 ore dal match e ci lascia in 7 e mezzo, quindi reclutiamo all’ultimo il buon Giorgio che però non giocava dice lui da 4 mesi;

3) i Gunners sono già ai playoff ma, beati loro, giocano alla morte lo stesso;

4) sul vantaggio di 2-1 facciamo una pisciata che non si vedeva da quando la vittoria valeva 2 punti;

5) ecc., ecc., ecc…

La nostra partita comunque è eroica e merita di essere citata. Iniziamo che gli altri corrono come torelli e noi no (quindi come al solito). La nostra esperienza limita i danni, ma al minuto 10 cadiamo perché si apre un piccolo spiraglio e un bianco-rosso ci infila dentro un missile sul primo palo sul quale Ginone nulla può (0-1). Oggi siamo costretti a mettere Mike a centrocampo, quindi fuori ruolo, ma lui se ne fotte. Ad un certo punto, non avendo palloni giocabili, si avvia palla al piede con 2 uomini in groppa, mentre un terzo lo atterra sulla tre-quarti. Punizione missile terra-aria all’incrocio e 1-1. Rischiamo un po’, è vero, ma la difesa in qualche modo tiene (bello il duello tra Matteo e l’arcigno centravanti poppante col 10 sulle spalle). Bel contropiede Andrea-Melo con Antonio18! che entra in area e cerca di beffare la difesa Gunners con un pallonetto in corsa, la boccia sembra uscire alta, poi sembra entrare, poi nella mischia si intravvede il gambone di Capitan Max che con la punta ne cambia la traiettoria e la palla finisce nel sacco! 2-1 col nostro n.8 che incarna al meglio lo spirito del Real odierno ed esulta, ma il giusto, perché sa bene che la partita è ancora lunga e difficile. E così è infatti, ma rispondiamo colpo su colpo e terminiamo il tempo con un vantaggio che dire prezioso è dire poco.

Nella ripresa il Real inizia tenendo bene il campo e arginando le scorribande dei ruvidi avversari. Ma al minuto 5 accade il fattaccio. Su un pallone che rimbalza alto poco oltre la metà campo, troppa incertezza tra i difensori del Real che temporeggiano, fino a quando non decidono di andare insieme sul pallone Matteo e non so chi altro, la marmellata favorisce il puntero Gunners che si invola verso Ginone, costretto a stenderlo. Rigore, 2-2 e partita che cambia clamorosamente.

I Gunners, sostenuti da un tifo grottesco, prendono coraggio e attaccano perché vogliono vincere. Noi stiamo sul pezzo, ma sia Mike sia Andrea sembrano troppo soli là davanti e nonostante Melo si faccia un culo grande come una capanna lì in mezzo, a volte sulle fasce lasciamo inevitabilmente il fianco alle loro folate e “poi non è che possono correre così fino alla fine eh…”. Invece sì, e mentre corrono ci fanno il terzo. La reazione non manca, in panca cerchiamo di immaginarci un 2-3-1 ma non ne troviamo il senso, mentre in campo Mike insegue in pressing i difensori con furia assassina e Matteo dà una mano perfino in fase offensiva. In una di queste circostanze, cross dalla destra, palla che passa in mezzo a tutti e trova libero sulla sinistra Andrea, che solo a 5 metri dalla porta, stoppa perfettamente, mira e tira… Palla in meta e secchi che rotolano misteriosamente in panchina in un silenzio assurdo.

Non è giornata. Nic vanifica malamente l’ultimo disperato tentativo Real buttando direttamente alta non si sa come una punizione da metà campo, mentre l’ultima azione Gunners va invece a buon fine, con la punta che si incunea centralmente nella nostra difesa e la mette nell’angolino. 4-2 Gunners e tutti a casa.

“In queste condizioni non si poteva fare di più”.

“Non tutto il male vien per nuocere”.

“Dai che un anno di Iron ci fa anche bene”.

Tutto vero. Come è vero che risorgeremo.

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Si salvi chi può…

si salvi2

17^g: DRINK TEAM-REAL BOLOGNA 4-4 (p.t.3-2) (GIOV 13/4 Cavina ore 22)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Luca, Michi, Melo, Mike, Nic, Max, Diego
Assenti: Trofeo e Andrea (ferie), Anto
Marcatori: rig.Mike, DRINK, Melo, DRINK, DRINK, Mike, DRINK, Matteo
..

Turno prepasquale che è il penultimo atto (o terz’ultimo???) di questo campionato dai 2 volti per il Real: 3 punti nel girone d’andata e 13 nel ritorno, che potrebbero diventare 16 in caso di vittoria contro i Gunners il 24 aprile. Ma la domanda è: con quali giocatori andiamo in campo il 24 aprile?!?

Per battere il Drink Team sapevamo di dover limitare il loro uomo di punta, l’ormai straconosciuto (da noi) Carlos Turrini. Alla fine segnerà 4 pere ma son dettagli: a fine match io ho sentito dire che “comunque l’abbiamo tenuto bene”.

Pesantissime le assenze di Andrea e Trofeo, recuperiamo in extremis Michi (che ottiene di rimandare la partenza per casa sua) e Capitan Max (che falsifica il referto dell’Isokinetic e rientra dopo 4 turni di assenza). Anche Luke e Diego convocati per dare linfa alla squadra. C’è bisogno di tutti, anche per pochi minuti! Così, quando dopo 2 minuti di gioco Luke si ricorda di essersi dimenticato i parastinchi, MisterNic entra prontamente. Lungo linea per Mike che salta il diretto avversario, entra in area da sinistra e viene falciato da dietro. Rigore netto! I compagni lo spingono sul dischetto a forza e lui non si fa pregare e tira giù la porta col suo mancino (0-1). Nemmeno il tempo di esultare che pareggiano: cross dalla destra leggermente deviato, palla che arriva sulla sinistra, Turrini al volo e gol. 1-1 e doccia non fredda ma di più. Ma con un’azione davvero pregevole sulla destra sull’asse Melo-Mike, quest’ultimo chiude un fantastico triangolo con Antonio18! che spara dal limite e fa un gran gol. Real di nuovo avanti 1-2!

Non riusciamo a fare il terzo ma giochiamo bene. Corner per noi e gol. Del pari loro. Ancora Turrini (2-2). Improperi di varia natura alternati a bestemmie in varie lingue provenienti dalla panchina Real in barba alla Pasqua e a tutti i santi. Solito sedativo per Nic, mentre pazienza Paolo si limita a dire: “dai che non finisce qui!”. Infatti non è finita qui. Su lancio dalle retrovie verso il n.10 del Drink, quello stoppa a seguire e vediamo la palla nel sacco. “Comunque l’abbiamo tenuto bene”. Comunque 3-2. In 4 minuti tutto ribaltato ed iniziamo ad intravedere la composizione del girone Iron dell’anno prossimo. Intervallo.

Ripresa con Diego subito per Michi. Il nostro 15 da centrocampo tenta il gol dell’anno, ma la palla esce davvero di un soffio a portiere battuto. Ginone continua a tenerci in partita con parate su tiri potenti, sia ravvicinati che da fuori area. Dobbiamo assolutamente pareggiare. Come non si sa. Ce la stiamo mettendo tutta. Il Conte Max dà il cambio a Mike in attacco per alcuni minuti, quel tanto che basta per recuperare le energie e ascoltare i consigli di Mister Paolo (“devi far gioco, fare a sportellate là davanti e anche far gol”), rientrare, abbattere l’ultimo difensore e sparare in porta con un gran destro. 3-3 e palla al centro tra le proteste reiterate dei giallo-neri per un presunto fallo del nostro puntero di sfondamento che nessuno di noi vede.

Cuore oltre l’ostacolo per provare a vincerla. Ma il Drink Team ha uno dei migliori attacchi del torneo e appena può castiga, come quando Manzi prima opera un buon recupero e poi lascia lì la palla sulla tre-quarti…2 passaggi e ancora pera indovinate di chi…(4-3).

Situazione disperata. I mister si inventano un 2-3-1 con Luke e Matteo dietro, Mike e Michi sulle fasce e Diego di punta. Non ce ne frega assolutamente niente se questa mossa ha aiutato oppure no. Fatto sta che abbiamo 2 gran palle quadrate, spingiamo disperatamente e su corner di Diego la palla passa attraverso una selva di gambe e Matteo in mischia da 2 passi è il più reattivo e la butta dentro. 4-4!

Siamo già nel recupero e non c’è tempo per provarci ancora: quando Luke sta per calciare di sinistro dal limite (chissà poi dove andava, magari ci abbiam guadagnato un pallone!) arriva il triplice fischio finale del direttore di gara che, seppur pignolo oltre il limite delle possibilità umane, non ha arbitrato male.

Davvero bravi tutti perché questa partita, anche per le assenze, era pienissima di insidie e se nel primo tempo potevamo gestirla meglio, nella ripresa potevamo soprattutto perderla. Prendiamoci questo punto che, alla luce della sconfitta dei Supergame contro Sao Paulaner, ci dà ancora una piccolissima possibilità di arrivare al playout (fare più punti dei Supergame nell’ultimo match della stagione regolare che loro giocheranno contro il Croce Coperta).

Cerchiamo di raccattare 7-8 persone per andare in campo il 24 contro i Gunners, che si giocano i playoff e lotteranno alla morte. Noi pure. Il resto, con due occhi al campo e un orecchio alla radiolina, si vedrà.

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Fino alla fine

finoallafine.jpg

16^g: REAL BOLOGNA-12W 2-0 (p.t.1-0) (GIO 6/4 Cavina ore 22)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Michi, Trofeo, Melo, Andrea, Nic
Assenti: Max (caviglia, 2-3 settimane), Mike (lavoro), Anto
Marcatori: Andrea, Michi
..

E’ l’ultima spiaggia. O forse siamo già in mare aperto. Le assenze largamente preventivate di Max e Mike non vengono compensate. Del resto giochiamo contro la terza in classifica ed è ben noto che abbiamo una grande condizione e tenuta atletica, quindi…fiducia alla vecchia guardia. Loro sono 7. Noi siamo 7 più Nic, quindi 7.

Ginone, quando viene sapere che la partita precedente è in ritardo di mezz’ora sull’orario indicato sul calendario (il nostro calendario), fa finta di non vedere Manzi che si scalda in campo dalle 17,30 e propone una pizzata alle Due Lune e un post cena al Carosello. Nessuno lo caga. Insomma tutto normale.

Il buon panterone, dopo una mezz’oretta di cazzeggio, si degna di posizionarsi tra i pali e il suo riscaldamento si concretizza con 34 gol subiti in 33 tiri ed una ferita lacero-contusa al quadricipite femorale quando tenta invano di colpire al volo un cross di Trofeo.

Finalmente si inizia a far sul serio e per fortuna nostra i ritmi non sembrano vertiginosi. Il Real parte con grande ordine tattico e arriva al gol con una mega giocata di Andrea che riceve un passaggio di Melo, si porta avanti la palla col tacco in area eludendo l’intervento di un difensore giallo-rosso e con un mancino a girare la mette nell’angolo lontano. Davvero gran pera! E 1-0 per noi!

Dopo una decina di minuti caliamo di intensità ed iniziamo a subire un po’ l’iniziativa dei 12W. Rimaniamo molto ordinati, anche se qualcosa concediamo. In diverse occasioni è Ginone che ci mette una pezza con parate che nessuno si aspetterebbe dall’ottuagenario che era in porta nel pre-partita. Andrea, Melo e Trofeo arrivano al tiro, ma senza fortuna. In qualche modo arriviamo all’intervallo e Manzi supplica mister Paolo di tenerlo giù altri 2-3 minuti.

Il secondo tempo è ancor più faticoso del primo per noi. Passiamo lunghissimi minuti all’interno della nostra metà campo e interminabili secondi nella nostra area di rigore, ma tra un palo, 2 occasioni sciupate da loro sottoporta e altri 2-3 decisivi interventi di Ginone rimaniamo avanti. In mezzo a tutto ciò Michi, defilato sulla sinistra, colpisce al volo un lancio dalle retrovie e con un pallonetto insacca la boccia sotto l’incrocio (2-0). Sì, avete capito bene, un gol pazzesco che fa sgranare gli occhi a Paolo e alla panchina tutta perfettamente in linea con la traiettoria del tiro. Negli ultimi minuti è quasi un assedio, i contropiedi sono pochissimi e mal sfruttati, del resto siamo davvero sulle gambe! Ma il fortino regge e finisce così, col più classico dei punteggi del calcio. Rarissimo invece nel calcio a 7 e quasi unico per il Real, con Ginone che non terminava una partita senza subire gol dal novembre del 1925.

Tre bei puntoni che…serviranno??? A fine match si apprende che il Supergame ha perso 3-2 col Real Spaventapassere e che quindi siamo ancora attaccati ad un filo. Filo che rischia però di spezzarsi presto perché il 13 e il 24 avremo molte assenze e le nostre richieste di spostare entrambe le partite sono come al solito andate a vuoto.

Serve un’impresa.

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Occhio malocchio

si salvi chi può

15^g: SUPERGAME-REAL BOLOGNA 5-2 (p.t.2-0) (GIO 29/3 Nettuno ore 21)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Nic, Michi, Trofeo, Andrea, Luke (part time)
Assenti: Max (caviglia, 2-3 settimane), Melo e Mike (impegni familiari), Anto
Marcatori: SUP, SUP, Trofeo, SUP, Andrea, SUP, SUP
..

Lo scontro diretto playout con i modesti Supergame è una partita abbordabile sulla carta che è diventata sempre più proibitiva ancor prima di cominciarla. Alle defezioni preannunciate di Melo e Mike, di Max (storica) e di Anto (vabbè preistorica questa), si aggiungono le indisponibilità di tutti i saltuari (l’ultimo in ordine di tempo è Matteopunta, che riesce a farsi male giocando la sera prima con l’altra sua squadra), fatta eccezione per il buon Nic, che ha 8 minuti nelle gambe, e il generosissimo Luke, che come promesso arriva a dargli il cambio a metà gara dopo allenamento, dopo essersi tolto i guanti del Fossolo e dopo aver preso 3 multe in 9 km di tangenziale.

Nel prepartita alle defezioni degli assenti oggi si aggiungono quelle dei presenti oggi che mancheranno però il 13 e il 24. Paolo estrae prontamente una calcolatrice e stima che stasera basta fare 9 punti per centrare i playout.

Nonostante ciò non è il morale ad essere giù (del resto sfido a trovare qualcuno nel Real sufficientemente sveglio per fare un’addizione a 2 cifre), anzi Michi si ostina a dire che farà doppietta facendo ridere anche e soprattutto gli sconosciuti che incontra.

Con queste premesse dobbiamo dare il massimo e non sbagliare niente. I rossi corrono. Noi reggiamo partendo benino, ma a parte un palo esterno di Trofeo che pareva gol su azione personale non abbiamo grandissime occasioni. Loro nemmeno, ma alla prima sortita segnano sfruttando qualche maglia blu troppo larga (1-0). Abbiamo occasioni per pareggiare, ma non siamo incisivi e al minuto 20 il piccolo 69 trova una pera assurda con una girata al volo da fuori area che obiettivamente non ci aspettavamo e che ci uccide (2-0). Finalmente arriva Luca a dar grinta e man forte e creare un po’ di scompiglio, ma siamo già all’intervallo.

Non c’è molto da cambiare oggi, continuiamo a patire il ritmo più alto dei cinni del Supergame e in particolare del piccoletto. Per fortuna loro pisciano parecchio e su un errore loro Andrea cede lateralmente a Trofeo che di esterno riapre la partita (2-1). Purtroppo 86 raccomandazioni dei mister da settembre ad oggi di mettere un uomo sul palo nelle punizioni da vicino non sono bastate e su punizione dal limite, appunto, arriva la rasoiata a fil di palo che ci ammazza di nuovo (3-1). Abbiamo 2 vite e risorgiamo, ancora con Trofeo e Andrea, stavolta a ruoli invertiti: il n°10 serve il nostro bomberino in mezzo all’area ed è 3-2. Siamo ancora in vita, Gino blocca un tiro ravvicinato non so neanche come. Le occasioni le abbiamo, ma non segniamo e continuiamo a soffrire il gap atletico senza far valere la nostra esperienza. Appena allentiamo un attimo arrivano altri 2 gol che ci spalancano le porte dell’Iron.

Partita sfortunata (2 pali, tiri fuori di un soffio) che poteva avere tutt’altro risultato, ma con una squadra così ridotta all’osso era difficile fare molto meglio. Poco da rimproverarsi e guardare avanti, alle ultime 3 gare che sono difficilissime e sappiamo tutti perché, ma dobbiamo crederci fino alla fine!

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sono io il bomber!

bomber

14^g: REAL BOLOGNA-SAO PAULANER 6-2 (p.t.2-2) (GIO 22/3 Cavina ore 22)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Andrea, Michi, Nic
Assenti: Anto, Max (caviglia, 2-3 settimane)
Marcatori: SAO, Andrea, SAO, Andrea, Michi, Michi, Andrea, Andrea
..

Impennata d’orgoglio del Real, che evidentemente crede ancora a questa salvezza. Una partita da dentro o fuori. Nonostante il brillante girone di andata siamo ancora in corsa, ma già dal prepartita arrivano pessime notizie per le numerose defezioni nelle prossime gare.

Ma intanto pensiamo a questa di partita e siamo tutti carichi, perfino Michi, che prendiamo per il culo ripetutamente perché si ostina a dire che oggi farà doppietta e altre cazzate varie. Nell’ormai consueto riscaldamento fare il torello piace soprattutto a Manzi, anche se di norma siamo girati di fronte alla palla.

Dopo 5 minuti al primo tiro in porta i nero-verdi segnano, anzi al secondo, perché il primo incoccia il palo e torna in campo, ma è questione di 2 secondi, no problem (0-1). Non ci scomponiamo più di tanto, siamo abituati. Trofeo viene a prendere la palla da dietro, si inventa un gran filtrante di esterno per Andrea, che si libera in area e fa 1-1. Esultiamo il giusto, perché poco dopo Matteo e Ginone (che non sanno palleggiare da soli, figuriamoci in 2) si passano il pallone con grande disinvoltura…2-1 per loro e madonne in panchina degne dei peggiori bar di Casteldebole e San Ruffillo.

Ma per fortuna oggi c’è un grande Michi, che appena entrato in campo va via sulla destra e serve al limite dell’area Andrea, che stoppa a seguire ed inventa un sinistro a giro nel sette di rara bellezza. Applausi e 2-2.

Ce la possiamo fare perché i Sao Paulaner non sembrano gli indemoniati dell’andata. O forse siamo noi che siamo più cattivi. Anche il gatto di Avellino pare in forma con un paio di parate non facili.

Ripresa. Paolo intuisce che Michi ha già voglia di tornare in panca, ma purtroppo non fa in tempo a cambiarlo. Nic imbecca lo stesso Michi, che dribbla secco un uomo al limite dell’area e trafigge il portiere tra l’incredulità dei più scettici (3-2). Quando poco dopo Andrea (o Trofeo?) fa un gran assist per Michi che da due passi la butta dentro di nuovo e fa doppietta si sente vociferare “Eh ma io l’avevo detto…”. Finalmente riusciamo a sostituire Michi, che mentre il Real cerca di amministrare il doppio vantaggio ci spiega come è possibile avere 30 anni, giocare come uno di 40 e sentirsene 50.

Il Real si difende come sa e tenta di colpire in contropiede. Andrea spreca un’occasione, ma segna ancora con un gran mancino in acrobazia che sorprende difesa e portiere del Sao Paulaner, poi cala addirittura il poker, affossando ancora di più gli ormai depressi birraioli. Standing ovation per il numero 4 del Real che scopriamo finalmente bomber!

Schermaglie finali con Trofeo che ruba una punizione a Mike e Mike che sul 6-2 cerca di rubare una gamba al diretto avversario con un simpatico fallo in memoria del nostro buon vecchio Zar, fallo il cui movente è ancora al vaglio degli inquirenti. Di certo c’è che il 69enne direttore di gara prima lo ammonisce ingrugnito, poi a fine gara fa i complimenti a Mike e a tutti noi perché “a calcio si gioca fino alla fine!”. Esperienza…

E mentre il Real sogna ancora il playout, il buon Michi sogna di avere 4 anni in più per poter fare l’over35.

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Peccato

portiere.jpg

13^g: REAL BOLOGNA-REAL SPAVENTAPASSERE 2-3 (p.t.0-2) (LUN 13/3 Castelmaggiore ore 22)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Michi, Melo, Trofeo,  Mike, Nic, MatteoC
Assenti: Anto, Andrea, Max
Marcatori: SPAV, SPAV, Mike, SPAV, MatteoC
Note: a fine match Ginone ha chiesto al suo idolo Sciscio l’autografo, offrendogli comunque qualcosa in cambio.
..
L’impresa di fermare la capolista non riesce ad un Real tosto come non si vedeva da un bel po’. Lo spauracchio Sciscio si manifesta solo a 5 minuti dal termine, quando brucia (unica volta del match direi) l’ottimo Matte, migliore in campo CSI a testimonianza che quest’anno davvero senza il buon Ventura a Villa Pallavicini non si campana più una cippa, e segna il 3-1 che mette in cassaforte il risultato. Ma andiamo con ordine, che se i lettori del blog sono lucidi come i blues in campo poi non ci capiscono niente.
Pronti via e incredibilmente il Real tiene botta e non subisce gol all’inizio. Non dico che si gioca alla pari, ma quasi. La partita è maschia, loro si lamentano che giochiamo duro e l’arbitro fatica a tenere le redini del match. Andiamo comunque sotto 2-0 prima dell’intervallo (il secondo gol è una punizione a voragine che saluta la barriera e si insacca sul palo coperto) e comprendiamo così come faccia lo Spaventapassere ad avere uno score di 11 vinte e 1 pareggiata fino ad ora.
Nella ripresa stiamo sul pezzo e Mike con un siluro su punizione ci tiene ampiamente in partita. Loro continuano la loro patetica sceneggiata napoletana con l’arbitro e con noi. Noi lottiamo su ogni pallone che se avessimo fatto così dalla prima giornata non saremmo certo penultimi. Ginone con 2 o 3 bambini ci tiene ancora attaccati alla partita e Trofeo con 2 punizioni ci mostra quel che è capace di fare quando è in vena (il portiere la smanaccia dall’incrocio) e quando non lo è (palombella in piccionaia).
Tentiamo il tutto per tutto e lasciamo il fianco al bomber avversario che ci castiga, come detto, con un rasoterra dal limite che chiude la gara. No. Il Real non è d’accordo. RickyTrofeo (benedetto il suo acquisto a gennaio) spara ancora e trova il culo di MatteoC, che indirizza la sfera sul palo e poi in rete (2-3). Manca pochissimo, il Real tenta l’arrembaggio ma finisce così, con la consapevolezza che era veramente difficile fare di più e che, giocando così la salvezza è durissima ma ancora possibile.
Nic
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Poco da fare

rete_palloni

12^g: CROCE COPERTA-REAL BOLOGNA 6-2 (p.t.3-0) (LUN 6/3 Riale ore 22)

Convocati: Luca, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Andrea, Michi, Max, Nic n.e.
Assenti: Anto, Gino
Marcatori: 6CROCE COPERTA, Andrea, Trofeo
..

Che sarebbe stata dura lo si sapeva, che gli avversari avrebbero convocato giocatori extra di chissà quali categorie (almeno così abbiamo sentito dire e ci piace pensare che sia così e ci va bene così) no. Noi comunque avevamo in programma l’ospitata del Sig. Luca Naldi, che però stavolta non è riuscito a farce stare sotto il set di gol di presi. Non c’è partita, o almeno ce n’è fino al primo gol al decimo minuto: un attaccante del Croce Coperta sfugge via al Conte, che nell’occasione si fa pure male alla caviglia ahinoi (uscita dal campo e fine stagione a rischio), e a tu per tu con Luke non ha pietà. Poi salita proibitiva. 2 gol entro l’intervallo e 3 nella ripresa. Solo nel finale loro allentano e prima Andrea e poi Trofeo con un missile nel sette rendono più accettabile una sconfitta netta, nonostante la prestazione non sia stata disastrosa. Ma l’avversario stavolta era troppo forte. Forza e coraggio.

Nic

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Una rondine non fa primavera. E due???

rondini.jpg

11^g: REAL BOLOGNA-ZEROCINQUANTUNO 5-1 (p.t.1-1) (LUN 27/2 Cavina ore 21)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Andrea, Michi, Max, Nic n.e.
Assenti: Anto
Marcatori: Mike, ZEROCINQUANTUNO, Andrea, Andrea, Matteo, Andrea
..
Ci stiamo lentamente riprendendo? Bah, presto per dirlo. Intanto allontaniamo l’ultimo posto e con questi 3 punti prendiamo anche un altro po’ di morale, che visto come è andata finora l’annata non è male…
Al nostro arrivo al campo (il Cavina, qual è pure che non mi ricordo???) ci accorgiamo che gli avversari sono amici di Manzi. Ciò ci allieta perchè vuol dire che sono scarsi.
In realtà non sono molto più scarsi di noi, visto che dal minuto 5 della ripresa (punteggio 1-1) la traversa di Ginone è ancora lì che trema e noi sembravamo aver già finito ampiamente la broda.
Ci aveva pensato Mike a sbloccarla all’inizio con un poderoso rasoterra mancino dal limite senza un metro di rincorsa (1-0). La nostra incapacità di chiudere il match si evidenzia col passare dei minuti e in panca gli sbadigli pian piano si trasformano in inquietudini. La preoccupazione principale di Michi è invece chi sta giocando nel posticipo serale di A. Lo calmiamo supplicandolo di entrare (riusciamo a convincerlo dicendogli che tanto il tempo sta per finire). Inversamente proporzionale è (per fortuna) la voglia di entrare del Conte, che finalmente rivede il campo dopo il lungo stop e dopo aver fatto in 10 giorni più allenamenti lui che tutta la squadra in 1 anno intero. Doccia gelata quando un tiro dal limite si insacca sul primo palo con Gino che può solo raccoglierla nel sacco. 1-1, intervallo e consapevolezza che avanti così la perdiamo.
Dopo la paura per la traversa di cui sopra, il Real inizia a comprendere che se vuole almeno una dico una speranza di centrare i playout deve 1) scrollarsi di dosso sta paura, 2) sedare Nic, 3) tirare fuori gli zebedei. E cosi fa. Numerosi sono i tiri di Trofeo, Andrea, Melo, Mike (palo clamoroso di destro) che sfiorano il gol di un soffio. La boccia non vuole entrare. Finalmente, dopo qualche libera concessione della retroguardia nero-arancio, ci riesce Andrea con un sinistro sottomisura che ci porta avanti a 10 dal termine. Il Real lì si sblocca ed è lo stesso numero 4 che si autoproclama bomber con altri 2 gol (il 3-1 che affossa definitivamente lo 051 e il 5-1 che precede il fischio finale) e secondo tradizione si porta a casa l’orrendo pallone. In mezzo un gollonzo di Matteo (su tiro credo di Melo) che è stato talmente improbabile che quasi quasi lo assegniamo per sbaglio a MatteoC.
Bravi tutti, ma bisogna continuare a risalire e pazienza se lunedì ci sarà il fortissimo Croce Coperta…
Nic
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Alzati e cammina

megliotardi

10^g: ASG GELATERIA GIANNI-REAL BOLOGNA 3-5 (p.t.0-3) (LUN 20/2 Torreverde ore 21)

Convocati: Gino, Manzi, Matteo, Mike, Melo, Trofeo, Andrea, Giorgio, Michi, Nic n.e.
Assenti: Anto, Max (influenza)
Marcatori: Trofeo, Trofeo, Andrea, GG, Melo, GG, Manzi, GG
Note: una nebbia che esiste solo a Castelmaggiore non ci ha fatto vedere la vittoria fino all’ultimo
..
Mettiamo subito in vetrina il nostro colpo del mercato di gennaio, la vecchia ma non troppo conoscenza Ricky Trofeo, che con 2 tiri da fuori da urlo ci porta avanti 2-0 sorprendentemente dopo un quarto d’ora. Tutta la squadra trova giovamento da questa boccata di ossigeno. L’ottimo Andre fa tris prima dell’intervallo.
Loro corrono come indemoniati a tratti, non mollano un cazzo. Noi soffriamo, ma teniamo da qui alla fine sempre almeno 2 gol di vantaggio grazie ai bei gol di Melo (sinistro al volo sotto misura su corner) e Manzi (in licenza di uccidere butta dentro di petto un cross pennellato da Trofeo). Fischio finale liberatorio in una cornice di nebbia ancora fitta…
Nic
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento